Xbox One: riconoscimento vocale e multitasking



Anche la Microsoft mostra delle novità durante il Tokyo Games Show, ma si è concentra molto di più sulla console che sui giochi.

Infatti è stata effettuata una dimostrazione del sistema operativo della Xbox One che ha mostrato come la console potrà gestire contemporaneamente ben quattro applicazioni e collegare sei account diversi a sé. Il multitasking era stato annunciato da tempo dagli sviluppatori della Microsoft, e finalmente è stata fatta una dimostrazione che fa capire qualcosa in più: una principale app in corso mentre le altre tre tutte in background. Ovviamente per quanto riguarda i titoli, sulla Xbox One si potrà usare un gioco alla volta e tre applicazioni, ed è stato mostrato anche come passare da un’applicazione all’altra: è molto facile ma anche molto fluido, visto che anche qui si possono usare i comandi vocali del Kinect oppure premendo un pulsante sul joypad. Il comando vocale sarà al centro di questa nuova Xbox One, infatti il giocatore potrà fare il log in tramite la sua voce, visto che il Kinect potrà riconoscere immediatamente quale dei sei utenti siete, e caricherà in automatico tutte le impostazioni e salvataggi collegati a quel profilo. La Microsoft ha pensato anche nel caso il vostro comando vocale non venga recepito bene: infatti sulla Xbox One quando impartirete un ordine ci sarà una finestra di tre o quattro secondi in cui è mostrato una specie di buffer e qui voi potrete annullare l’azione della vostra console. Infine la Microsoft ha affermato che la Xbox One non dovrà essere messa in verticale, perché è stata concepita per stare in orizzontale: non si è capito se è un problema di raffreddamento o altro, ma non è stato chiarito nient’altro.

Questo è sicuramente il primo passo verso la famosa realtà virtuale, che prima o poi riusciremo a toccare, un po’ come nei vari film, ma ora non ci resta che aspettare novembre per riuscire a toccare con le nostre mani la Xbox One.

xbox one