The Sims Medieval: non finiremo mai di stupirci



E’ proprio così, non finiremo mai di stupirci. La Electronic Arts ha presentato l’uscita di un nuovo, innovativo capitolo della tanto amata saga di The Sims: The Sims Medieval, disponibile da pochi giorni.

Un’esperienza di gioco tutta nuova, una versione del tutto particolare rispetto alle precedenti, un gioco che va al di là del concetto di espansione.

Pensavamo di averle viste tutte: i mobili ikea, i cuccioli, i viaggi in tutto il mondo, le magie, le gare sportive e le sessioni di autografi.

E a sorpresa, ecco che The Sims torna a stupirci con un gioco che va al di là del concetto di espasione, che ci catapulta direttamente nel Medioevo.

Una nuova ambientazione, dunque, tutta ispirata al periodo delle dame e dei cavalieri già tanto caro a molti videogiochi, ma come sempre in The Sims i protagonisti diretti siamo noi.

Come prima cosa, dovremo vestirci da sovrani, scegliendo tra i preziosi gioelli, i sontuosi abiti gotici o anche i seriosi sai da prete: come sempre l’editor di The Sims ha potenzialità illimitate.

Calati perfettamente nello stile medievale, non ci resterà che andare a vivere la nostra eroica vita, seguendo un accurato sistema di quest.

Ed è proprio questa la novità principale di The Sims Medieval, sebbene saremo sempre noi a controllare il nostro – personalizzato – personaggio, stavolta dovremo anche seguire alcune regole specifiche per portare avanti il gioco.

Non vestiremo più i panni di uomini qualunque, ma di eroi ed eroine degne delle migliori saghe e nonostante le quest avremo la possibilità di creare comunque la nostra storia personale.

Ed ecco quindi che potremo essere i principali protagonisti di avventure drammatiche, imprese eroiche, vestendo i panni di stregoni, spie, sacerdoti o medici.

The Sims Medieval è diponibile adesso per Pc e Mac e non vediamo l’ora di provarlo, anche se si corre il rischio di restarne così ammaliati da diventarne dipendenti.