Atari Breakout: Boost’s per iPhone, iPad e iPod Touch



Il classico gioco del 1976 che tante monetine è costato alla mia generazione nei bar ritorna in versione HD per iPhone, iPad e iPod Touch. L’ha annunciato oggi Atari, il nome storico nel mondo del divertimento interattivo.

La nuova versione del classico titolo di Atari prevede delle funzionalità inimmaginabili venticinque anni fa, quando il gioco fece la sua comparsa, ma mantiene inalterato lo schema vincente e il fascino. Disponibile per il download gratuito nell’App Store Break Out Boost’s per iOS prevede cinque livelli di gioco nel quale bisognerà distruggere il muro di mattoni colpendolo con la pallina che rimbalza sulla nostra racchetta. Come detto la versione “moderna” del gioco include alcune interessanti novità fra cui la “spinta”, con la quale imprimere maggiore o minore velocità alla palla, o le funzioni di personalizzazione delle rotture dei mattoni. Come detto la versione gratuita prevede “solo” cinque livelli di gioco, quelli che un giocatore standard riusciva a superare nel 1976 alle prime partite. Sono ben 200 i livelli supplementari che potranno essere acquistati nell’App Store. Oltre alla spinta è presente uno “slider” per il controllo della velocità della palla. Ovviamente a maggiore velocità corrisponde un punteggio maggiore ma i giocatori più inesperti potranno allenarsi, senza preoccuparsi di raggiungere punteggi record, a velocità più basse. Sono anche disponibili funzioni speciali come le palle speciali (fuoco, acido, a frammentazione e granate) e nuovi muri da sfondare fra i quali sono segnati quelli in modalità Exploding, Mystery, x4 and Metal. Sarà inoltre attiva la funzionalità di salvataggio e ripristino della partita in corso in modo da poterla riprendere esattamente da dove l’avevamo lasciata. Jim Wilson, CEO di Atari, ha voluto sottolineare che Atari ha avuto modo di provare il successo dei giochi sulle piattaforme iOS che avevano visto il successo, la scorsa estate di “Atari’s Greatest Hits” e successivamente di Asteroids: Gunner™. Pare proprio che la nuova piattaforma, unita alle rivisitazioni dei giochi classici, piaccia.